mercoledì 30 maggio 2012

Recensione: Dark Shadows. La maledizione di Angelique

Autore:Lara Parker
Titolo: Dark Shadows. La maledizione di Angelique
Prezzo: 9,90 €
Editore: Tre60
Pagine: 442
Il mio voto: 1 segnalibro e mezzo

Trama

New England, 1772. ColIingwood Manor, la tenuta più lussuosa del Maine, è il regno di Barnabas Collins. Rampollo di una ricchissima famiglia di armatori, il giovane passa il suo tempo tra banchetti sfarzosi, bevute con gli amici e serate galanti con bellissime donne. Almeno fino al giorno in cui il suo sguardo incrocia quello di Angelique Brouchard. un'enigmatica e sensuale ragazza originaria della Martinica, isola di misteri e leggende. Tuttavia la loro felicità dura ben poco, perché Barnabas, incorreggibile seduttore, non riesce a tenere a freno i propri istinti e tradisce la giovane che, follemente innamorata di lui, gli giura una terribile vendetta. Angelique, infatti, non è una donna qualsiasi: esperta nell'arte della magia nera, e diventata immortale dopo aver offerto la propria anima alle tenebre, avrà la sua rivalsa condannando Barnabas alla dannazione eterna, trasformandolo in un vampiro. Le loro esistenze saranno così unite per sempre, nell'odio... e nell'amore.

La mia recensione

Ombre oscure sì... ma di noia

Ho acquistato Dark Shadows in vista dell'uscita, nelle sale cinematografiche, dell'omonimo film di Tim Burton. Purtroppo, però, non mi sono documentata approfonditamente prima di cliccare il tasto "aggiungi al carrello" su Amazon. Se lo avessi fatto mi sarei certamente risparmiata non solo una brutta lettura, ma anche il peso di dover scrivere una brutta recensione.

Ho appreso solo dopo aver iniziato la lettura, infatti, che Lara Parker in realtà non è una scrittrice. Dark Shadows nasce, in verità, non come un libro ma bensì come una soap opera andata in onda negli Stati Uniti nel 1966 ottenendo, tra le altre cose, un clamoroso successo. La soap, infatti, fu rinnovata per ben cinque stagioni e trasmessa fino al 1971. Dato il successo, dalla soap furono tratti diversi film e spin off e Lara Parker, in un film del 1971, interpretò il ruolo della bella Angelique, protagonista indiscussa (e vedremo successivamente perché "indiscussa") di questo romanzo.
Il libro, come l'autrice stessa ci tiene a precisare in una nota presente in fondo al romanzo, non racconta esattamente le vicende della soap (e meno male!), ma consiste piuttosto in una sorta di approfondimento del personaggio di Angelique. La serie tv, infatti, ruotava intorno alla vita di un altro personaggio: il vampiro Barnabas.
La storia inizia con il ritrovamento da parte di Barnabas di un diario personale, diario appartenuto appunto ad Angelique. Come se il lettore leggesse le pagine di quel diario insieme a Barnabas, l'autrice ci racconta la vita della ragazza partendo da quando era solo una bambina.

L'infanzia di Angelique è segnata dalla violenza, dall'infelicità, dalle menzogne e, dulcis in fundo, dalla magia nera. Se questo, all'inizio, può sembrare un aspetto interessante del libro, a lungo andare non fa che rendere noiosa e ripetitiva la narrazione. Per pagine e pagine non succede nulla di importante: l'autrice descrive le giornate (tutte uguali!) di Angelique senza aggiungere niente che sia "decisivo" ai fini della narrazione. Per almeno un centinaio di pagine nulla spinge il lettore ad andare avanti, gli avvenimenti si succedono così lentamente da scoraggiare praticamente chiunque (escluso chi ha un viaggio di 7 ore in treno davanti) a procedere nella lettura.
I dialoghi sono in pieno stile telenovela, quasi li avessero scritti gli sceneggiatori di Beautiful, e l'attaccamento ossessivo di Angelique alla figura di Barnabas, alla quale manca del tutto lo spessore psicologico, risulta quasi ridicolo.

L'autrice, infatti, oltre a descriverlo come un ragazzo dall'aspetto fisico niente male, non spende una parola (ma nemmeno una!) per raccontarci chi sia veramente. Possibile che l'amore profondo e viscerale che Angelique prova per lui sia dettato esclusivamente dall'aspetto fisico? L'ossessione che la consuma, l'amore passionale che guida tutte le sue azioni e decisioni da che cosa è scaturito? Da un bel taglio di capelli?
Il mancato approfondimento di un personaggio così importante è una pecca enorme, un errore madornale che rende tutta la storia poco credibile, a tratti ridicola e, perché no, anche un po' patetica.
Ma il peggio si sfiora con l'introduzione, nella narrazione, del personaggio di Josette. Anche lei, come Barnabas, possiede lo spessore psicologico di un foglio di carta millimetrata. Niente, ma proprio niente, giustifica le azioni di Angelique, né l'intensità dei suoi sentimenti di amore e, ancor più, di vendetta.
Questo, tra l'altro, è il primo volume di una trilogia. Dio me ne scampi e liberi! Non credo di voler leggere il secondo e il terzo volume, preferisco piuttosto morire di noia!

19 commenti:

  1. calcolando che l'autrice ha scritto altri libri sulla saga di Dark Shadows

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, lo so! Pensa quanto sono tremendi gli altri!!

      Elimina
  2. Ciao cara... l'altra sera ho letto le prime 50 pag e non mi hanno convinta per niente... e dato che non migliora... amen, 10euro buttati, ma almeno non perdo tempo con una ciofeca. Uffaaa però, m'ipirava così tanto :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh lo so, tra l'altro su GR ha ricevuto una buona critica. Mah, chissà. Magari vai un altro po' avanti, può darsi che entro pagina 100 ti "rapisca". Però, devo essere onesta, sono contenta che non ti abbia convinta, mi sento meno sola in un mare di 4 stelle. :D

      Elimina
  3. Ho visto il film, carino ma niente di che. Il libro non l'ho voluto leggere pensando proprio alla storia della soap e che l'autrice sia stata l'attrice protagonista. Bella recensione però, servono anche le critiche!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il "peso" della soap io l'ho sentito parecchio. Forse sono stata anche un po' condizionata, non saprei dirti. Ma tutto, anche l'ambientazione e le situazioni, mi sembravano tipiche di una telenovela trasmessa da rete 4. xD Però, fino ad ora, non ho letto critiche negative... Quindi non so che cosa pensare. xD

      Elimina
  4. Ecco... -_-
    Io appena l'ho acquistato, ho letto le prime 50 pagine... e poi l'ho abbandonato. Ho pensato non fosse il momento adatto, e rimandato la lettura... ma dalla tua recensione, ehm... ecco, non è che ci spero tanto :-/
    ARGH. :P

    RispondiElimina
  5. Ciao Nereia! Mi sono appena unito ai tuoi lettori :)
    Io ho trovato carino il film e altrettanto carino anche il libro. Non è una lettura che definirei avvincente, ma era proprio quello di cui avevo bisogno quando l'ho acquistato. Concordo sulla scarsa caratterizzazione di Barnabas, purtroppo. Chi sa se nei romanzi successivi il suo personaggio risulterà più realistico...
    Un saluto! Buone letture!
    Se ti va, fai un salto sul mio blog: mi farebbe piacere ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mr Ink!
      Sì, so di essere una mosca bianca, una delle poche persone che non lo ha apprezzato. Purtroppo non è il mio genere, non c'è stata la scintilla tra noi. xD

      Elimina
  6. Ciao nereia! A me è piaciuto molto il film e non vedo l'ora di leggere questo libro ^^ a me questo genere piace molto! Ti chiedo un favore... se li sai potresti dirmi i titoli degli altri due libri della trilogia? Non li trovo davvero scritti da nessuna parte :( e io dopo aver letto tutto il primo (che mi sta piacendo davvero molto ^^) vorrei acquistare anche gli altri.
    grazie in anticipo :)
    P.s. anche se nn sono molto d'accordo con te, davvero una bella recensione hai fatto bene a esprimere la tua opinione in questo "mondo fatto di 4 stelline" xD
    Ciaoooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao :)
      Purtroppo gli altri due volumi, al momento, puoi trovarli solo in lingua inglese perché la Tre60 non li ha ancora pubblicati (non so se lo farà mai, puoi provare a chiedere informazioni sulla pagina Facebook della casa editrice). I titoli in inglese, comunque, sono The Salem Branch e Wolf Moon Rising.
      Sì, be' sono sempre la prima a dire "de gustibus", è che proprio il romance non è il mio genere, ci litigo sempre. Peccato, mi sarebbe piaciuto apprezzare una serie come questa perché la base per un buon lavoro c'è sicuramente... Solo che c'è troppo romance per i miei gusti :D

      Elimina
  7. Ciao nereia grazie per l'informazione avevo proprio letto ieri su un sito chiamato #ODIOLESERIEINTERROTTE! che hanno sospeso la saga in italia :( sono davvero amareggiata per questa notizia. Non dovrebbero succedere certe cose! Che rabbia!
    Ciao e grazie :*

    RispondiElimina
  8. Però mi potresti dire una cosa? Tu che l'hai letto, mi puoi dire se sono proprio anche necessari anche gli altri due libri da leggere? Cioè, mi spiego, il finale è molto insospeso o posso anche comprare solo questo libro (incrociando le dita e sperando per una futura pubblicazione in italiano degli altri due libri....)? Perché se mi dici di no non comprerò neanche questo per poi rimanere inutilmente col fiato sospeso
    Grazie ancora una volta nereia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Scusa se rispondo solo ora, ma non sono stata molto dietro al blog ultimamente. Dunque il libro finisce ma, ovviamente, non finisce. Potrebbe essere letto come libro unico, ma non ha un finale vero e proprio. Non c'è suspance in tutto il romanzo eh, quindi con il fiato sospeso non rimani, però ci sono aspetti che chiaramente non vengono approfonditi. Piuttosto, tu in inglese sei proprio messa male? Perché io ti consiglierei di cercare l'estratto del libro in lingua su amazon (o come meglio credi, anche in una Feltrinelli International o per altre vie più o meno legali) e vedere se riesci a leggerlo. In italiano non era tradotto con un italiano molto forbito, cosa che mi lascia intuire che lo stile sia piuttosto semplice anche in originale. Ti consiglio vivamente di procurartelo in inglese, davvero. Se aspetti l'editoria italiana non vedrai mai l'uscita del resto dei libri, a meno che Tim Burton non decida di farne altri film (e non credo)... Mi dispiace :(

      Elimina
  9. Sai nereia in anzitutto grazie e poi volevo dirti che io... ho 14 anni, quindi di inglese non faccio schifo, anzi a scuola ho 10 in inglese, però... boh mi sembra un azzardo. Io il libro intanro l'ho comprato, non resistevo alla tentazione di leggerlo, l'ho comprato oggi pomeriggio. Mi sta piacendo molto e adesso quanfo lo finirò vedrò se finirla lì o se comprare anche gli altri due. Inoltre ho intenzione di fare il liceo linguistico, quindi magari fra un po di tempo, quando il mio inglese sarà migliore li riuscirò a leggere bene. Tu? Li hai letti? Scusa se ti "rompo" visto che è già il quarto commento che posto xD
    ciaooo :D

    RispondiElimina
  10. P.s.dove l'hai visto tradotto in italiano??? o.O

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, intendevo dire che il primo volume tradotto in italiano (l'unico pubblicato) non presenta un italiano forbito o, come dire, di difficile comprensione. Questo mi fa intuire che, a meno che il traduttore non fosse una zappa (e non è questo il caso) il libro originale (e, di conseguenza tutta la serie) non sia scritta con un inglese troppo difficile da comprendere. No, non ho letto gli altri due in inglese perché non mi è piaciuto il primo, figuriamoci gli altri xD Ho letto altri libri in inglese però, alcuni più semplici di altri (ovviamente).
      Non scoraggiarti comunque, azzardo o non azzardo io direi che è il caso di provarci... Immagina quanti libri potrai leggere che non vedranno mai la luce in Italia: a bizzeffe! ^^ Io ho cominciato da poco a leggere in lingua e mi domando perché ci ho messo così tanto a convincermi, sono stata proprio scema. Ad ogni modo mi fa piacere se commenti, non preoccuparti ^^ Anzi, poi torna a dirmi se ti è piaciuto il libro! :D

      Elimina
  11. Grazie x l'incoraggiamento Nereia! il libro l'ho letto tutto in due ore, mia madre mi ha sgridato, ha detto "oh ma 'sti libri falli durare almeno un giorno!!!". xD gli altri due probabilmente li acquisterò in e-book (anche se personalmente preferisco mille volte il libro cartaceo all'e-book), magari quando avrò finito almeno il primo anno di liceo linguistico, perché leggere un libro in una lingua che nn è la mia in qualche modo mi spaventa xD
    Ci terrei molto a leggere anche gli altri due perché come hai detto tu eè un libro che si può leggere anche come romanzo unico, ma è come se alla fine ci fossero i puntini sospensivi... e sono curiosa...
    il libro comunque mi è piaciuto, Lara Parker nn sarà una scrittrice provetta, ma nn mi è affatto dispiaciuto leggerlo.
    Ciao Nereia stammi bene :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Torna a trovarmi se ti va :) Magari per trovare qualche bel libro in inglese da leggere ^^

      Elimina